Domenica 17 Dicembre 2017
Eduardo Brocca Toletti PDF Stampa E-mail

Eduardo Brocca Toletti, nato sotto il segno del cancro, ha iniziato il suo percorso d'arte in età ritratto.jpggiovanile sotto la guida del pittore Franco Tettamanti, interessato all'architettura e al design ha frequentato i corsi di Eva Carrelli, dedicandosi in seguito all'attività imprenditoriale, nel corso della quale ha approfondito la conoscenza dei vari materiali, tra i quali il legno, realizzando strutture e opere che hanno trovato una collocazione in spazi pubblici e privati, sia in Italia sia all'estero.
Culto estetico, senso delle proporzioni, ricerca dell'equilibrio perfetto tra ciò che deve rimanere ancorato alla terra e ciò che può dispiegarsi verso il cielo, presupposti e perni dell'attività lavorativa, divengono punti cardine del suo percorso artistico.
Come una sorta di demiurgo egli ha modellato il legno, plasmato materiali diversi, unito sostanze difformi come se dovesse dal caos originario ricostruire un mondo inedito e lasciare impronte indelebili su un cammino incerto e precario come quello di ogni esistenza umana.
Una buona dose di "ambizione positiva" lo ha spinto a cercare nell'arte il contesto degno per conciliare le sue intuizioni progettuali e le esecuzioni-realizzazioni di opere di non facile comprensione e di altrettanta difficile collocazione.
Ogni opera di Eduardo Brocca Toletti non si rivela mai gioco casuale, ma un progetto costruito e meditato, studiato e realizzato con quel tocco di genialità e di audacia che consente alle leggi della fisica di lasciar trapelare un universo metafisico, artatamente costruito in modo da garantire al finito proiezioni illimitate verso l'infinito.
Dal 2005 è divenuto socio del Circolo degli Artisti di Varese; dal 2007 è entrato a far parte della "società per le Belle Arti ed Esposizione Permanente di Milano.

frastaglio
frastaglio frastaglio
profezia
profezia profezia
profezia2
profezia2 profezia2
senza
senza senza

- 2005: Milano, Galleria POSTart, "Surprising"; Varese, "Museo Civico di Arte Contemporanea", Castello di Masnago, "Due Associazioni d'Arte per la Città di Varese"; Varese, Spazio Arte Creo 2; Ghirla (Varese), Maglio di Ghirla, "Il legno, materia dell'anima" (personale); Castelseprio (Varese), Biblioteca Comunale, "Corti da scoprire".

- 2006: Como, Spazio Pifferi Editore, "Dal segno al colore; Varese, Sala Veratti, "Tema libero"; Varese, Spazio Arte Creo 2; Porto Valtravaglia (Varese), Palazzo Imbarcadero, "Le tracce della materia"; Viggiù (Varese), Museo Butti.

- 2007: Varese, San Fermo, "Un borgo da riscoprire"; Varese, Villa Baragiola, "Grande, grande, grande"; Luino (Varese) Sede Banca Popolare Commercio & Industria, "Il legno per metafore antiche e nuove" (personale);

- 2008: Milano, Cortile della Seta, UBI - Banca Popolare Commercio & Industria, "Transvisionismo & Dinamismo materico"; Tradate (Varese), Villa Truffini, "Arte Contemporanea"; Varese, San Fermo, "Un borgo da riscoprire".

L'opera "Profezia" è stata esposta al Palazzo della Permanente di Milano, in occasione della presentazione della Rivista "La Clessidra" nella serata del 28 febbraio 2008.

L'immagine della scultura "Energy", (legno patinato e acciaio), è inserita nel catalogo "Gravedona Artisti della Permanente".


Tel. 0332-579050
Cell. 328-1797097
e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.